L’amaro calice

“La RAI intanto, mette a punto su Internet un servizio di archivio telematico, Raiclick, con tutte le informazioni sui personaggi e i programmi dei suoi primi cinquant’anni. Ma, se si digita il nome Luttazzi, non viene fuori nulla […] nel novembre 2003 un redattore del Tg3 Primo piano chiede alla cineteca la cassetta del Satyricon con l’intervista a Travaglio, ma quando la riceve e cerca il brano “incriminato” scopre che non c’è piú. E’ stato tagliato. La puntata del 14 marzo 2001 inizia dalla metà: la prima parte […] è sparita. Come i volti dei gerarchi sovietici epurati e cancellati […] dalle foto con Stalin.”

da Gomez, Travaglio. Regime. BUR, 2005, pag. 62

PS Ho deciso di bere l’amaro calice, di leggere qualcosa di Travaglio. Ho cominciato da questo libro, non so se ne leggerò altri. C’è da sentirsi male. Qualcuno dirà che si occupa del passato ormai sepolto. A me non sembra, visto che alcuni nomi di protagonisti della vicenda Biagi, Luttazzi, Santoro cominciano a circolare nuovamente per le poltrone RAI. Meglio sapere chi sono i nuovi che arriveranno.

Annunci