La paura dei barbari – Todorov

La_paura_dei_barbari

Un bel testo di Todorov, denso di riflessioni sull’origine storica e dell’uso del termine barbari. Su come sia facile attribuire ad altri, diversi da noi, le caratteristiche, negative, del barbaro. Nella lettura si viene lentamente accompagnati verso la consapevolezza che componenti “barbariche” sono all’interno di ciascuno di noi, e delle nostre società civilizzate, vissute spesso come contrapposte a quelle barbariche.

Un testo che fa riflettere, usando esempi recenti nei quali sono state all’opera gli opposti civiltà/barbarie.

Non ho potuto inserire vari paragrafi durante la lettura, perchè tutto il testo è molto coerente e legato, ed estrarre piccoli paragrafi comportava un’operazione di decontestualizzazione troppo forte.

Pubblico solo le conclusioni, sperando che possa risultare un testo interessante anche per altri. Nella sezione a destra dello schermo “Scelti per voi” l’ho inserito tra altri libri che ho trovato utili. Come sempre, vi auguro buona lettura.

“Le società segnate dalla paura come quelle cariche di risentimento si trovano oggi ad un crocevia. Possono ulteriormente accentuare queste passioni o tentare di contenerne gli effetti perversi. Se queste società restano chiuse in una relazione duale, di rivalità e confronto, rischiano di illustrare ancora una volta la legge intravista all’inizio: ogni colpo assestato da uno degli avversari suscita nell’altro una reazione di intensità ancora maggiore. La paura degli uni, dovuta alle aggressioni subite, li porta ad aumentare i loro colpi; il risentimento degli altri, nutrito dalle umiliazioni di oggi e di ieri, li conduce verso atti ancora più violenti e disperati. Oggi la tecnica mette a disposizione di tutti mezzi di distruzione di massa si una potenza e di una facilità di utilizzo mai viste prima. Se non riusciamo ad interrompere questo testa a testa funesto, la vista stessa sulla terra risulterà minacciata. Per sfuggire agli atti barbari di una grandezza spaventosa, la nostra migliore opportunità consiste nel liberarci dal dominio della paura, per gli uni, del risentimento, per gli altri, e tentatere di vivere in questo mondo plurale in cui l’affermazione di sè non avviene attraverso la distruzione o la sottomissione dell’altro. Non vi sono dubbi sulla scelta che si impone. E’ giunto il momento per ciascuno di assumersi le proprie responsabilità: bisogna proteggere il nostro fragile pianeta e i suoi abitanti così imperfetti: gli esseri umani.
Tzvetan Todorov. La paura dei barbari. Oltre lo scontro di civiltà. Garzanti 2009. Pagina 269

Annunci