Riforme costituzionali

“Nel paese di Pulcinella, ministri con le pezze al sedere e un buco da cinque miliardi dibattono di grandi riforme, presentano bozze e bozzetti e il più comico della compagnia (quello che dà fuoco a una tonnellata di carta asserendo che sono 375 mila leggi) si autoproclama giureconsulto.” (continua)

Qualcuno ha notato che c’è un gran parlare della necessità di riforme per il nostro Paese, ma nessuno ne spiega le motivazioni?
In un articolo apparso su Il Fatto Quotidiano di oggi, Giorgio Bocca afferma che “rispettare la Costituzione sarebbe la riforma più auspicabile.”

Come non essere d’accordo?

PS Qualche delucidazione maggiore dal Presidente del Consiglio.

Annunci