La forza del destino

La_forza_del_destino

L’Italia vive una crisi senza precedenti, ma è urgente modificare la Costituzione.

Mancano le coperture finanziarie per provvedimenti ritenuti utili, ma non si parla dell’urgenza di avviare una lotta seria alla corruzione, ed all’evasione fiscale: viene prima la modifica urgente della Costituzione.

Il servizio sanitario nazionale non riesce a far fronte adeguatamente alle necessità dei cittadini, ma il Ministro Saccomanni accenna alla possibilità di ridurre i fondi pubblici proprio in questo settore, in linea con quanto accade in tutti i Paesi nel quale il sistema pubblico deve essere cancellato; in ogni caso è prioritario modificare la Costituzione.

Il patrimonio culturale, artistico, archeologico, ambientale italiano è incommensurabile, ma vengono ridotti i fondi a disposizione del Ministero che se ne dovrebbe occupare, il personale specializzato è ridotto al lumicino: capisco che è più urgente modificare la Costituzione.

In Parlamento siedono razzisti, e a nessuno viene in mente che questo non è normale: in ogni caso viene prima la modifica della Costituzione.

I telegiornali sono pieni delle dichiarazioni altalenanti, o incomprensibili, o vacue di quelli che sono gli intellettuali del nostro Paese, guarda caso dediti alla quanto mai necessaria modifica della Costituzione: Brunetta ci ricorda che Forza Italia è un’emozione, Briatore, pronto a costruire campi da golf a Firenze, pontifica sulla necessità di conferire maggiori poteri al Presidente del Consiglio (che, come molti, definisce premier, figura che non esiste nel nostro ordinamento), casualmente dopo essere stato a pranzo con Renzi, uno che riesce a lavorare 48 ore al giorno, visto che è in ogni dove. Gelmini, Santanchè, Cicchitto, Carfagna con volti mai affaticati. entrano ed escono ogni dì da riunioni nelle quali discutono del futuro del PDL, con Gasparri che indica probabilmente a tutti la via e l’orizzonte verso il quale la forza del destino ci porterà. Quagliarello usa artifici verbali per dire tutto ed il contrario di tutto sull’anomala procedura adottata per la modifica della Costituzione (ancora!): 35 saggi, 40 esperti, urgenze e così via, in un’estrazione del Lotto molto delirante, sulla quale il Garante della Carta Costituzionale dice parole che da cittadino ho difficoltà a comprendere.

Il PD si sta scervellando per elaborare una sua nuova Carta Costituzionale per le primarie, soggette a continue revisioni per motivi che non ci riguardano.

Il M5S trascorre le sue giornate ad espellere chi starnutisce.

In fondo anch’io ho usato troppe parole per esprimere un pensiero semplice, che volevo condividere di buon mattino: stiamo tranquilli, siamo in mani sicure, l’Italia è salva.

Annunci