Rabbia mattutina

20131204-091355.jpg
Se pensate che al momento del voto, chissà quando, per me non peseranno i moniti presidenziali, il tentato scardinamento della Costituzione, le bugie delle larghe intese, i provvedimenti presi a vanvera senza copertura (IMU), le frasi fatte di Letta, la mancata riforma elettorale, la carente attenzione alla corruzione, all’evasione fiscale, i distinguo bizantini e fasulli di questo o di quel partito, i vorrei ma non posso di questo o quel parlamentare, l’orrore visto e sentito per la decadenza di un senatore, l’accanimento sulle classi sociali più svantaggiate, lo svilimento culturale (Pompei, licei della durata di quattro anni), e chi ne ha più ne metta, vi sbagliate, e di grosso.
La ripresa, la crescita, la stabilità, il baratro, la fine del tunnel, la riforma dello Stato, il semestre europeo…
Vi aspetto tutti al seggio elettorale, la mia matita è intinta nel curaro, per quel poco che vale il mio voto.

PS Se almeno questo inutile sfogo servisse a migliorare qualcosa. :(

Annunci