La #comunicazione moderna. #informazione #politica #Trenitalia #chivoletevoi

Bisogna riconoscere che non è da tutti diffondere spot pubblicitari, facendoli passare per comunicazione ricca di contenuti tangibili.

Basta ascoltare le parole di molti politici per rendersene conto, non tutti.

Per fare un esempio, ho scelto un comunicato di Ferrovie dello Stato Italiane, che “annuncia” un nuovo treno.

Ho messo in neretto le vette più elevate.

Chi non comunica così non buca lo schermo, non ha carisma, non raccoglie voti, non vale, non vince, non convince, e chi ne ha più ne metta.

Che squallore.

 

Ferrovie dello Stato Italiane – Notizie – 27 Marzo 2014

“Si chiamerà Jazz il nuovo elettrotreno di Trenitalia prodotto da Alstom Ferroviaria.

Il nome Jazz è stato scelto dopo un sondaggio promosso da Trenitalia sul web.

Evoluzione del Coradia Meridian, modello Alstom già conosciuto e ampiamente collaudato, Jazz va a infoltire e potenziare la famiglia musicale di Trenitalia, composta fino ad oggi dai Vivalto e dai Minuetto.

Il suo nome s’inserisce quindi nella stessa area semantica, ma con l’obiettivo di immettere, da subito, un’aria nuova nell’intero panorama del trasporto regionale. La musica che Jazz  intende offrire non vuole essere niente affatto prevedibile e scontata, ma dotata di nuova energia ed entusiasmo: frizzante, vivace, versatile, moderna.

Jazz  è un nome beneaugurante ma, allo stesso tempo, costituisce qualcosa di più di un semplice auspicio. Richiamando l’ibridismo culturale che è all’origine del genere musicale e ne costituisce il tratto più originale e incisivo, il nome scelto per il nuovo treno pone questa peculiarità in stretta relazione proprio con il mondo del trasporto regionale e metropolitano sempre più contrassegnato dalla multiculturalità e dalla quotidiana convivenza di persone di diversa estrazione sociale, etnica e culturale che, insieme, ogni giorno, fanno girare il Paese.

E chiedono, al Paese, servizi migliori, efficaci, moderni, sostenibili. Jazz  guarda in quella direzione, dove guardano gli italiani che si spostano ogni giorno per lavoro, studio, necessità.

L’intera flotta regionale si connoterà d’ora in avanti anche per una nuova livrea esterna. Un look del tutto rinnovato che contraddistinguerà la carrozzeria di tutti i treni regionali, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, caratterizzato da un forte contrasto tra lo sfondo antracite opaco e le marcate pennellate di colore. Colori giovani, freschi che intendono comunicare un senso e una cultura di modernità.

Pennellate forti, che imprimono all’insieme vivacità, dinamicità e soprattutto leggerezza, una leggerezza come valore, in una delle accezioni più care a Italo Calvino: “precisione e determinazione”. Sono pennellate, infine, che vogliono in qualche modo simboleggiare l’energia, “la precisione e la determinazione” che Trenitalia sta profondendo nel settore del Trasporto Pubblico Locale.”

Annunci