Perplessità sulla #Fondazione #Open per @matteorenzi.

Fondazione_Open

“La Fondazione è nata come Fondazione Big Bang con atto notarile del 2 febbraio 2012 […], e si è trasformata in Fondazione Open con atto modificativo notarile dell’11 novembre 2013.

Come risulta dall’art. 3 dello Statuto la Fondazione […] ha per scopo di

– promuovere, supportare ed elaborare ricerche, analisi, studi e proposte (di natura normativa, amministrativa, istituzionale, organizzativa) volte a rinnovare la società italiana, in particolare nei settori dell’economia, dell’attività amministrativa, della rappresentanza, della ricerca e dell’innovazione, dell’educazione scolastica ed universitaria, della giustizia;
– promuovere strumenti di collaborazione effettiva delle persone alle decisioni politiche e amministrative che le riguardano, in particolare elaborando e diffondendo modalità partecipative che utilizzino appieno le potenzialità della rete;
– suggerire, definire e promuovere modelli di organizzazione, specie nelle città e nei luoghi di lavoro, intesi a favorire prosperità economica, sostenibilità ambientale e inclusione sociale di identità diverse. La Fondazione svolge la propria attività su tutto il territorio nazionale e all’estero.”

“Ritenendolo pienamente conforme agli scopi statutari, la Fondazione supporta le attività e le iniziative di Matteo Renzi”.

Niente da dire, a parte il fatto che sul sito della Fondazione non vi è traccia di alcun documento relativo a “ricerche, analisi, studi e proposte“, ed alle attività svolte sino ad ora “su tutto il territorio nazionale e all’estero“.

Contenti i fan di Matteo Renzi, contenti tutti.

PS Paradossalmente il nome della Fondazione ricorda il concetto di open data.
NB Quante sono le “Fondazioni” collegate ai partiti? E cosa fanno esattamente? Da tempo ho questo pensiero che mi frulla in testa…

 

Annunci